Seleziona una pagina
02/01/16

Che roba pazzesca la musica!

brutto tempo… in tutti i sensi: brutto tempo perché c’era la nebbia e pioveva, brutto tempo perché a livello di cronometro sono decisamente un brocco! 🙂 succede!

Ma non è di questo argomento che voglio scrivere, come primo articolo del Blog di questo 2016.

E’ di musica, e di quanto sia pazzescamente importante.

Ho ripreso a correre da un paio di mesi; a periodi più o meno lunghi, ho sempre corso in vita mia, fin da quando nel 1983 (o giù di lì) correvo per la Polisportiva Dorando Pietri di Carpi… nonostante la giovane età dimostravo di essere molto poco portato per lo Sport: fortunatamente mi interessava più la musica quindi il fatto di non arrivare mai nei primi posti non mi dava fastidio!

Dopo i controlli medici del caso, per non fare la figura del “fenomeno ultraquarantenne” che per fare lo splendido e il giovane si fa venire un coccolone mentre corre, mi sono attrezzato con cardiofrequenzimetro e le varie app per tenere sott’occhio lo stato di forma e il cuoricino.

Ho poi “scoperto” che, dovendo tenere il cellulare con me, potevo usare le cuffiette e la musica, seppure ad un volume per tenere sotto controllo eventuali auto intorno.

CHE SCOPERTA! sembrerà strano, ma ho sempre corso senza ascoltare musica con le cuffiette perché… non so bene perché! non usavo neanche il vecchio walkman!

In queste settimane ho “corso in compagnia” dei vari “The Best Of” dei Van Halen, Duran Duran, Aerosmith, Beatles… oggi i miei 13km e mezzo in un’ora e mezzo (l’ho detto, sono un brocco e non devo superare i 155 battiti) li ho passati con Sting & The Police.

Che meraviglia!

Una volta un buon momento per ascoltare la musica era il viaggio in auto, poi l’auto si è trasformata in una cabina del telefono perché utilizzo i viaggi per fare le varie telefonate (sempre con l’auricolare! per non stamparmi da qualche parte). Ho pensato che a volte mi trovo a fare tanta musica, lezioni etc. ma il tempo di ascoltare, ascoltare attentamente e con passione… è poco.

Invece “ho scoperto” un modo diverso, che non conoscevo… potrà sembrare strano ma non mi aspettavo che mi prendesse così tanto.

… e sorrido pensando a cosa pensino le persone che incrociando un tipo tutto imbacuccato che corre, si lasci andare a coretti o balletti, o che mimi il batterista. Ci sono brani che non possono non farmi impazzire.

E quando questi brani partono, essendo parte di Compilation che spesso traggono i contenuti dal passato, non posso fare a meno di ricordare i momenti passati in compagnia di quelle canzoni, di quei colori, di quei profumi…

E quando, dopo un’ora e mezzo di corsa arrivo e premo “fine”, Runtastic mi dice “allenamento completato”, se la canzone non è finita, respiro e me la godo fino in fondo, ascolto col cuore e col cervello, mi godo la parte romantica dei ricordi e quella “tecnica” dell’uso dei reverberi, degli effetti, dei panpot, delle registrazioni “non quantizzate con protools” e con quelle microimprecisioni tipiche dell’uomo e penso che la Musica sia proprio una roba pazzesca!
buon Anno

Max

 

LATEST NEWS

Un sito nuovo nuovo!

Un sito nuovo nuovo!

Finalmente! erano almeno 5 anni che mi dicevo: “da una rinfrescata al sito, da una rinfrescata al sito”. Poi negli ultimi 2 sono passato a: “cambia totalmente il sito, cambia…

leggi tutto